• Tendenza Tende & Moda

IL COSTO DEI RIFIUTI

Qual’è il costo dei rifiuti? Il costo dei rifiuti è altissimo sotto molti punti di vista:

1 – C’è il costo per lo smaltimento. Le aziende che raccolgono I rifiuti urbani riversano sui comuni I costi di tali smaltimenti che si traducono in tasse comunali. Potete verificare ad esempio per il Friuli dal sito dell’ Arpa un dato impressionante, siamo responsabili della produzione di quasi 500 kg di rifiuti procapite all’anno diviso tra differenziato ed indifferenziato ed è logico pensare che abbassando questi quantitativi si abbasseranno anche le relative tasse.

2- C’è il costo di acquisto. Si perchè tutti I rifiuti che noi buttiamo via li abbiamo acquistati! Acquistiamo il polistirolo in cui è contenuta la bistecca al supermercato, Il sacchetto di plastica delle patatine, il vasetto dello yogurt, l’imballo dei cereali per la colazione, la bottiglia di plastica per contenere semplice acqua… e la lista è infinita

3- C’è il costo ambientale del rifiuto visibile. Si perchè la raccolta differenziata non è nè infinita nel processo, nè efficiente al 100%. Non si può infatti riciclare all’infinito vetro, carta e plastica, si raggiunge dei limiti oltre il quale questo rifiuto non può essere rigenerato e viene bruciato nei termovalorizzatori o seppellito come succede per I rifiuti indifferenziati e questo non è gratuito per la qualità dell’aria o del sottosuolo. L’inquinamneto delle falde e le polveri sottili che respiriamo sono conseguenza di questi processi.

4- C’è il costo ambientale del rifiuto invisibile. Si perchè per produrre 1 kg di plastica per alimenti si consumano 2 kg di petrolio, per produrre uno spazzolino si producono circa 1 kilo e mezzo di rifiuti nascosti derivati da tutto il processo di estrazione delle materie prime, dalla produzione, al marketing, ai trasporti, ai packaging… Se compro una bottiglia di acqua Ferrarelle che ha la fonte in Campania ho inquinato anche con il combustibile dovuto al trasporto fino ad esempio in Friuli, ho consumato le gomme dei camion per un tragitto di 1000 chilometri, ho consumato risorse di ogni tipo… quando potevo spinare l’acqua da una casetta dall’acqua ad un costo irrisorio o berla dal rubinetto.

Non entro nel merito di tutti I prodotti cinesi che acquistiamo imponendogli di attraversare mezzo pianeta per arrivare fino alle nostre case. Uno spreco di risorse pazzesco.

E’ stato calcolato che la parte dei rifiuti sommersa è di circa 20 volte quella che noi buttiamo, possiamo calcolare che se produciamo 500 kg di spazzatura ne abbiamo prodotti in realtà 10 tonnellate.

5- C’è un costo in termini di salute. Si perchè è noto a tutti della quantità di microplastiche presente nei mari che essendo mangiate dai pesci ed entrando nella catena alimentare finiscono nei nostri piatti… Anche gli stessi vestiti in nylon quando vengono lavati in lavatrice rilasciano migliaia di microplastiche che finiscono in mare e di conseguenza da noi mangiate. In pratica mangiamo I nostri rifiuti!

Questi sono soltanto alcuni dei problemi relativi ai rifiuti, agli imballaggi, alla nostra cultura dell’usa e getta… siamo ancora convinti che non si riesca a fare a meno di 500 kg di rifiuti ogni anno?

Se pensi di essere più virtuoso di cosi scarica la tabella sul monitoraggio dei rifiuti presente al precedente post (se vuoi il relativo file excell richiedimelo e te lo mando) ed inizia a pesarli. Tra 1 anno scopriremo I risultati. Nel frattempo continua a seguire Tendenza per il futuro perchè insieme troveremo il modo di ridurre al minimo l’impatto che stiamo avendo sul pineta. Ciao.


#rifiuti #ecosostenibile #green #waste #futuro

@Tendenza - Tende e Moda

3 visualizzazioni